Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, continuando a navigare o accedendo a un qualunque elemento del sito senza cambiare le impostazioni dei cookie, acconsenti all'uso dei cookie
 

In data 31 ottobre, tramite il Regolamento di esecuzione (UE) 2022/1998, è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la nuova Tariffa doganale, che entrerà in vigore a partire dal 1^ gennaio 2023.

Viene in questo modo effettuato l’annuale aggiornamento dei codici doganali a 8 cifre utilizzati in ambito intracomunitario, per mezzo della modifica di voci già esistenti o dell’aggiunta di codifiche totalmente nuove, allo scopo di seguire la continua evoluzione del mercato internazionale.

Pertanto, si consiglia alle aziende che non l’avessero ancora fatto di procedere ad un controllo sui codici riferiti ai propri prodotti, volto a verificare che gli stessi non siano stati oggetto di modifiche e continuino ad essere correttamente utilizzabili.

Lo Studio rimane a disposizione ai fini di tale verifica e per eventuali delucidazioni sulla tematica.

È stata annunciata l’entrata in vigore, a decorrere dalla data del 17 ottobre 2022, di nuove norme in tema di importazione in Tunisia.

Tali norme vengono applicate in riferimento a svariate categorie di prodotti ricompresi in un’apposita lista (tra cui figurano, fra il resto, prodotti cosmetici, tessili, elettrodomestici e prodotti in plastica).

Fra le disposizioni più rilevanti, è previsto che l’importatore presenti alle autorità competenti un dossier di importazione che contenga diversi documenti, fra cui:

  • L’attestazione dell’applicazione di controlli di qualità sulla produzione;
  • Un certificato relativo alla licenza dell’esportatore per lo svolgimento della propria attività;
  • Documenti che confermino che i prodotti importati sono conformi alle norme vigenti.

Quanto sopra comporta l’onere in capo allo stesso esportatore del reperimento dei documenti richiesti, nonché della relativa trasmissione al proprio cliente.

Lo Studio rimane a disposizione per ulteriori delucidazioni sulla tematica.

A seguito di una nota diramata dall’apposito ufficio del MAECI si comunica come, nonostante la novità non sia stata riportata dagli organi di stampa, a partire dal 29 settembre 2022 il Brasile riconosce nuove riduzioni daziarie sull’importazione di determinati prodotti all’interno del Paese. 

Le nuove misure confermano la politica di graduale apertura al commercio internazionale da parte del Brasile, che nel corso dell'ultimo anno ha infatti già adottato numerose riduzioni daziarie.

Lo Studio rimane a disposizione per ulteriori delucidazioni sulla tematica