Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, continuando a navigare o accedendo a un qualunque elemento del sito senza cambiare le impostazioni dei cookie, acconsenti all'uso dei cookie
 

L’art 28 del TFUE e l’art. 36 disciplinano la libera circolazione delle merci nell'Unione Europea. La direttiva 112/2006 pone le basi per l’armonizzazione dell’imposta sul valore aggiunto. Il reg. 1912/2018 aggiorna e, in alcuni casi, istituisce nuove modalità di attestazione dell’avvenuta uscita della merce dal territorio nazionale. Corretto? Non del tutto. Nonostante l’Unione Europea rappresenti un libero mercato di merci, persone e capitali, le limitazioni per gli operatori economici risultano essere ancora moltissime, specie e soprattutto in riferimento alla necessità di coordinare le tematiche del trasporto con quelle della fiscalità. Non solo, ciò che manca è un sistema di confronto tra le grandi e piccole realtà, dove non sempre trova applicazione una normativa di tutela.